Spedizionieri Doganali

Gli spedizionieri doganali sono professionisti che attendono a tutte le formalità doganali nello scambio internazionale, in nome e per conto del proprietario delle merci, (esercitando la rappresentanza diretta prevista dall’articolo 5 del codice doganale comunitario – regolamento CEE n. 2913 del 1992 e relativo regolamento d’attuazione n. 2454 del 1993).

Sono iscritti negli albi professionali, istituiti con legge 22 dicembre 1960, n.1612, quali esperti nelle materie e negli adempimenti connessi con gli scambi internazionali, sono anche definiti doganalisti.

Si tratta di una delle figure importanti nell’ambito di un trasporto internazionale di merci essendo colui che aiuta l’esportatore o l’importatore nell’espletare le formalità doganali o nel richiedere specifici documenti ed autorizzazioni necessarie ad un regolare scambio internazionale di merci.

Con il DPR 137/2012 è entrato in vigore il 15 agosto 2013 l’obbligo assicurativo anche per gli spedizionieri doganali. Tale figura professionale specializzata svolge la funzione di rappresentare il proprietario della merce nell’ambito dello svolgimento delle operazioni doganali.

Di seguito una breve introduzione alla responsabilità della figura dello spedizioniere doganale. La legge prevede la possibilità di effettuare la dichiarazione doganale in proprio, oppure di avvalersi di un rappresentante, individuando due tipi di rappresentanza:

  • diretta;

Ci possono essere diversi profili di responsabilità professionale. Le ipotesi variano dalla responsabilità civile, disciplinare, tributaria, amministrativa, penale come:

  1. responsabilità civile nei confronti del cliente, per tutto quanto derivi dall’inadempimento o dall’inesatto adempimento del mandato commerciale. E’ la comune responsabilità del mandatario ex art. 1710 c.c.;
  2. responsabilità civile nei confronti del dichiarante (ai sensi dell’art. 64, CDC)
  3. responsabilità per le obbligazioni civili derivanti da reato, per il risarcimento del danno nei confronti dell’amministrazione doganale;
  4. responsabilità solidale con il condannato, per i diritti dovuti e per il pagamento di una somma pari alla multa inflitta.

La soluzione che AEC ha ottenuto da alcuni sottoscrittori Lloyd’s prevede una copertura relativa alla responsabilità civile prevede:

  • formula “claims made”;
  • senza tacito rinnovo;
  • responsabilità nell’asseverazione di dichiarazioni doganali (garanzia operante solo se richiesto);
  • responsabilità per atti dolosi dei dipendenti;
  • responsabilità per smarrimento o danneggiamento di documenti;
  • responsabilità per diritti d’autore e proprietà intellettuale;
  • responsabilità per violazione del codice della privacy;
  • possibilità di concordare un maggior termine  per la notifica delle richieste di risarcimento a fronte di un sovrappremio da concordarsi.
  • “Pesatura Lorda Certificata – VGM” (con lo scopo di evitare incidenti dovuti allo sbilanciamento dei containers sovraccarichi durante la navigazione e stabilità durante il carico e scarico merci)

Per maggiori informazioni potrete contattare Giuseppe Allia della Unit Rischi Speciali  (02.87387960 – allia@aecbroker.it ), o Fabio Valtorta (02 873879.55 – valtorta@aecunderwriting.it) che saranno a Vostra disposizione per ogni chiarimento e informazione.

Scarica il Questionario in Tutti i Questionari – Liberi professionisti