La risposta di AEC all’obbligo assicurativo per gli Avvocati: la polizza infortuni Lloyd’s che soddisfa i requisiti richiesti fa la differenza.

In allegato vi riportiamo il decreto del Ministero della Giustizia del 22 settembre 2016 che definisce le condizioni essenziali ed i massimali minimi delle polizze obbligatorie infortuni ed Rc.

Per la copertura infortuni AEC ha studiato con alcuni sottoscrittori Lloyd’s  la soluzione assicurativa che ben si adatta al disposto della nuova normativa e si può anche personalizzare.

Art. 4 – Assicurazione contro gli infortuni

  1. L’assicurazione deve essere prevista a favore degli avvocati e dei loro collaboratori, praticanti e dipendenti per i quali non sia operante la copertura assicurativa obbligatoria I.N.A.I.L.
  2. L’assicurazione deve prevedere la copertura degli infortuni occorsi durante lo svolgimento dell’attività professionale e a causa o in occasione di essa, i quali causino la morte, l’invalidità permanente o l’invalidità temporanea, nonché delle spese mediche.
  3. Il contratto deve includere tra i rischi assicurati l’infortunio derivante dagli spostamenti resi necessari dallo svolgimento dell’attività professionale.
  4. Le somme assicurate minime sono le seguenti:
  • capitale caso morte: euro 100.000,00;
  • capitale caso invalidità permanente: euro 100.000,00;
  • diaria giornaliera da inabilità temporanea: euro 50,00.
  • Rimborso spese mediche da infortunio: € 2.000,00.

Le nostre soluzioni possono variare a seconda delle esigenze specifiche; per qualsiasi dettaglio relativo alle condizioni di polizza (operatività, franchigie ed esclusioni) l’Ufficio rischi della persona di AEC resta a vostra completa disposizione.

E’ possibile inoltre adottare per la categoria degli Avvocati la tabella di supervalutazione specifica in abbinamento alla garanzia Invalidità permanente da infortunio.